lunedì 23 dicembre 2013

Esperienza di gioco e introduzione ai pallozzi! Lezione Due

Esperienza di gioco e pallozzi! Lezione Due
Ammetto che normalmente quando inizio a sviluppare un gioco parto dall'esperienza di gioco, ma avendo spesso contatti con giovani autori ho capito che questo concetto è molto difficile specie se non si è già sicuri di quello che si vuole ottenere. So che a molti farà storcere il naso fare in seconda battuta questo lavoro! 

Ma avete mai provato a chiedere a qualcuno che si sta lanciando per la prima volta a fare un gioco questa fatidica domanda: "Che esperienza di gioco vuoi che provino/vivano i tuoi giocatori?", se non lo avete mai fatto provateci!

L'esperienza di gioco per me è quello che il vostro gioco deve far vivere ai vostri "giocatori" ed il mio consiglio è iniziare dall'ambientazione. 

Prendiamo alcuni esempi ancora non legati al nostro caso in particolare per aiutarvi a capire di cosa parlo
"I giocatori sono super eroi che salveranno il mondo dalla minaccia del distruttore", "i giocatori interpreteranno dei topolini che devono sfuggire da un grosso labirinto", "i giocatori interpreteranno appartenenti ad una complessa società Cyberpunk nella vita di tutti i giorni".

Ecco queste per me sono già ottime basi per iniziare a parlare di esperienza di gioco e sulla quale iniziare a costruire il nostro gioco!

Durante le prime chiacchiere sul nostro gioco, abbiamo già tirato fuori alcuni concetti, rileggete gli appunti che avete preso e iniziate a pensare su cosa volte che i vostri giocatori facciano in questo gioco: "Che esperienza di gioco vivranno i giocatori? Quali e che sensazioni dovrebbero provare a tuo parare i giocatori?"

Prendendo quindi parti della chiacchierata fatta con Raffaele:
"I giocatori vivranno l'esperienza di un popolo di esserini dall'apparenza innocua e che se ignorati porterebbero solo bene nel mondo. Hanno però il grosso difetto di essere preziosi e quindi cacciati. I giocatori vivranno questo delicato equilibrio fra aiutare il mondo, la natura e sfuggire allo stesso tempo dalle avversità dei cacciatori e dalle insidie stesse che la natura nasconde". 


Questo primo spunto di Esperienza di gioco è la base sulla quale iniziare a lavorare. E' molto importante ora parlare della vostra idea, con più amici ed ascoltare le loro opinioni a riguardo. Nel farlo cercate di capire se ci sono elementi che i giocatori vorrebbero in ogni caso esplorare, prendete appunti e più avanti avrete modo di scegliere se inserirli oppure scartarli perché non focalizzati con l'esperienza di gioco che volete ottenere.

Conclusa questa fase, la cosa importante è trasformare i vostri appunti in quelli che io amo chiamare "pallozzi" sono argomenti che poi man mano andremo ad esplodere e ordinare. Sono domande che ben presto diventeranno risposte e titoli da utilizzare nel vostro manuale! 
  • Chi sono gli esserini? Per definirlo, potremmo iniziare a pensare ad una creazione del personaggio? Metto qui quegli appunti che ho già preso: Sono palle di pelo, hanno più di un arto nascosto nella coltre di pelo, occhi grandi e bocca grande. Sono innocui, sono fatti di magia, hanno un carattere proprio e caratteristiche fisiche proprie che li differenziano. Sanno parlare con gli umani e altri esseri viventi come gli animali.
  • Quali e che compiti hanno gli Esserini? Abbiamo detto che trasportano messaggi, ma a chi? Ad altri Esserini come loro? Oppure ad Umani? Questi sono elementi che non abbiamo ancora deciso e del quale dovremmo discuterne. Inizialmente mi viene in mente che questi esserini vogliano comunicare con altri in altri luoghi a riguardo dei movimenti dei Cacciatori e magari anche per sgominare e scoprire il loro piano. 
  • Perché gli esserini dovrebbero entrare in conflitto? Io penserei per le scelte che devono prendere, immaginate che davanti a noi abbiamo due vie, be l'esserino coraggioso magari vorrà prendere la strada più avventurosa, mentre l'esserino prudente vorrà prendere una strada meno avventurosa, ovviamente questo è un problema base ma che potrebbe darci spunto più avanti quando andremo nel dettaglio. Abbiamo anche evidenziato involontariamente delle caratteristiche caratteriali dei personaggi (mi ricordano i Puffi).
  • Chi sono i Cacciatori? E' qualcosa di cui inizialmente gli esserini sanno? Perché vogliono prenderli? Ancora traiamo materiale dal nostro dialogo, I Cacciatori cercano di spremere come agrumi le Palle di Pelo e estrarre dal loro corpo la linfa della magia. Forse potrebbe essere necessario un GM per gestirli, che serva magari per ostacolare nei loro compiti gli esserini. 
Questa lezione si ferma qui! Non sono un vero insegnante, ma spero che questo percorso vi aiuti ad ordinare le idee e procedere nel duro compito di scrivere un gioco! 

Nella prossima Lezione inizieremo a definire meglio i Pallozzi approfondendoli uno ad uno e iniziando ad intravedere qualcosa di più simile ad un gioco che ancora ad un "brain storming"! Di solito già in questa fase inizio a pensare ai disegni, soprattutto per fare uno studio visivo dei personaggi! Il primo passaggio è quello di fare una ricerca su Internet di esserini simili e poi chiedere a qualcuno dei vostri amici se vi aiuta a fare degli schizzi! 

Qualcuno di voi vuole darmi una mano? 

Buon inizio settimana a tutti!

Collabora con noi

Per rendere migliore questo corso: abbiamo bisogno di tanti amici, cerchiamo persone che si vogliono mettere "in gioco" aiutandoci a condividere le News nei vari forum del settore o blog, correggere le lezioni, aiutarci nelle fasi successive a fare il layout del manuale, illustrazioni, blind tester, ...